A sette mesi dall'inizio del viaggio targato 52nd Jazz, i jazzisti pontini Nicola Borrelli, Erasmo Bencivenga e Giorgio Raponi sono pronti a dare vita al primo 52nd Jazz Campus negli spazi del Castello Caetani di Sermoneta. Una complessa iniziativa didattica, una scuola di musica con tutti i crismi, realizzata nell'ambito dei Corsi di Perfezionamento musicale della Fondazione Campus Internazionale di Musica. 

Da oggi al 31 luglio, appassionati del genere e aspiranti professionisti potranno confrontarsi con alcuni fuoriclasse della chitarra, del sassofono, della tromba, del canto e della composizione jazz, condividere con loro esperienze e le proprie specificità espressive, apprendere le tecniche jazzistiche più raffinate in settantadue ore di pura musica, lezioni, concerti serali e jam session. In "cattedra" saliranno Fabio Zeppetella (chitarra), Michael Rosen (sax), Aldo Bassi (tromba, trombone), Elisabetta Antonini (voce) e Roberto Spadoni (arrangiamento, composizione), e durante il seminario si costituirà la "52 Jazz Campus Orchestra", una vera "big band" diretta da Roberto Spadoni, in cui sarà possibile fare pratica di orchestra nei linguaggi contemporanei e della tradizione, fino a misurarsi con le variabili del palcoscenico nel concerto di chiusura, in programma per martedì prossimo.

Alle ore 21 di questa sera, intanto, le Scuderie del Castello di Sermoneta apriranno ad un imperdibile concerto-tributo a "Herbie" Hancock, tra i compositori e tastieristi jazz più famosi al mondo, a cura di Aldo Bassi (tromba), Erasmo Bencivenga (pianoforte), Nicola Borrelli (basso), Giorgio Raponi (percussioni). Domani, alla stessa ora, saranno i geniali docenti del Campus a dare vita ad un'esibizione travolgente.

Per info e/o iscrizioni: www.52jazz.com.