Non ce l'hanno fatta le tre concorrenti che hanno tenuto con il fiato sospeso le città di Formia, Nettuno e Pomezia nel corso dell'ottantesima edizione di Miss Italia. La prima ad uscire è stata proprio la rappresentante di quest'ultimo comune, la pometina Chiara Filippi, Miss Sorriso Lazio sul palco di Jesolo con il numero 44. L'affascinante diciottenne è uscita alla prima scrematura, che ha ridotto le ragazze a quaranta, lasciando le escluse con la speranza di essere ripescate.Fuori dalla gara, alla seconda selezione, anche la formiana Erica Filosa, ventitreenne in gara con la fascia di Miss Eleganza Molise e il numero 36. Intanto a Nettuno, di fronte al maxi schermo allestito in piazza, si accendevano gli animi e per Lucilla Nori aumentava il tifo, palpabile quando Alessandro Greco l'ha chiamata tra le ultime venti finaliste con il tradizionale: "Miss Italia va avanti per...". E' mezzanotte quando arrivano i risultati della terza eliminatoria. Tra le escluse questa volta c'è anche la ragazza diciannovenne, numero 36, in gara con la fascia Miss Miluna Lazio.Più tardi per Erica, Chiara e Lucilla crolla l'ultimo sogno: ad essere ripescata è la numero 3, Carolina Stramare.
Latina è stata più volte sotto i riflettori della kermesse grazie alla presenza di tre ex Miss Italia che hanno sfilato con le ex reginette degli ultimi cinquant'anni: Federica Moro, Tania Zamparo e Denny Mendez. Da dire anche che la serata è iniziata con un'ospite d'eccezione, Micol Arpa Rock, che con il suo stile musicale unico e personalissimo ha introdotto la festa della bellezza. Micol Arpa Rock è legata in qualche modo a Latina, prodotta in esclusiva dalla Ventidieci dei pontini Vincenzo Berti e Gianluca Bonanno, agenzia di spettacoli con sede nel capoluogo. Per tutte le aspiranti miss che non sono riuscite resta un senso di malinconica amarezza, ma forse dovrebbero fare proprio il saggio messaggio lanciato loro in diretta da Novella Calligaris,e cioè che quella stessa volontà di farcela, quella grinta che hanno tirato fuori in questo momento, sappiano applicarle in tutte le situazioni della quotidianità. Regine sì, ma della propria vita.

Miss Italia 2019 è Carolina Stramare: era rientrata in gara grazie al ripescaggio
Quando si dice che il tre è numero perfetto. Indossa la corona di Miss Italia 2019 Carolina Stramare, la ragazza rientrata in gara grazie al ripescaggio. Carolina, già eletta Miss Lombardia, è nata Genova nel 1999, vive a Vigevano, è alta 1,79 e ha due splendidi occhi verdi. Diplomata al liceo linguistico, frequenta un corso di formazione grafica e progettistica all'Accademia di Belle Arti di Sanremo, lavora come modella e pratica equitazione a livello agonistico.