A grande richiesta, e non è soltanto un modo di dire un po' abusato, sarà replicata a gennaio 2020 la commedia "Una bugia tira l'altra" messa in scena di recente al Teatro Ponchielli di Latina dalla Compagnia Teatro... che passione. Dalle due rappresentazioni proposte alcuni giorni fa, e che hanno fatto registrare il tutto esaurito, sono rimasti infatti esclusi molti spettatori, ancora più invogliati e curiosi ora, dopo il passaparola di chi ha potuto assistere all'opera. Scritta da Pasquale Calvino e Francesco Romano, la commedia è liberamente ispirata a "'Nu figlio a posticcio" di Eduardo Scarpetta, ed è stata adattata e diretta da Luciana Peritore. Protagonisti e interpreti: Dante Fortuna (Aldo Giannetti), Maria Bianca Lodato (Renata, sua moglie), Gisella, sua figlia (Francesca De Renzis), Artemio, suo nipote (Gino Barardi), Gaetano Zaffiro (Alberto Marenghi, suo amico), Carla, moglie di Alberto (Michela Bondioli), Luigi Spella (Piero Martini), Laura, moglie di Luigi (Roberta Fioravanti), Giorgino, figlio di Luigi (Nicola De Rosa), Fanny (Antonella Nicotra). L'evento ha avuto il sostegno di: Agenzia immobiliare di Giovanna Alvisi di Via Umberto I Latina, dottor Giovanni Quattrola, FarmaSì Parafarmacia di Via Oberdan Latina. L'incasso, dedotte le spese, è stato devoluto all'orfanotrofio "La Crèche" (La Culla) di Betlemme, tramite don Gianni Toni, parroco della chiesa di Santa Domitilla, il quale tra l'altro ha messo a disposizione della Compagnia teatrale una sala della parrocchia stessa per poter effettuare le prove.
In vista delle nuove repliche in programma a gennaio 2020, sono già diverse le associazioni di volontariato che hanno contattato la regista Peritore per una collaborazione. Del resto la commedia è piacevole e divertente, quindi il richiamo è forte e la partecipazione è assicurata, soprattutto grazie a quel passaparola cui accennavamo all'inizio: vivace e movimentata, essa è ricca di situazioni che cambiano rapidamente, intrecciandosi e ribaltandosi. Del resto il titolo stesso, "Una bugia... tira l'altra" indica perfettamente il tema della vicenda. I protagonisti, due dei quali al loro debutto, sono bravi, spigliati, ben amalgamati e molto carichi.