l Liceo Artistico "Michelangelo Buonarroti" di Latina ha partecipato al "Timeout" come rappresentante del progetto internazionale Eno, che si è svolto nell'auditorium dell'Ambasciata finlandese a Roma. "Timeout" è un modello di tavola rotonda creato da Sitra (https://www.sitra.fi/en/projects/timeout/), organizzato in occasione della Presidenza finlandese del Consiglio dell'Unione Europea, in corso fino al 31 dicembre. Il progetto Eno (Environment Online), di cui abbiamo parlato in occasione dell'iniziativa "Light for the Earth", è una rete globale di studenti e una comunità per lo sviluppo sostenibile, che attualmente comprende oltre 100 Paesi, tra cui l'Italia: esso è stato fondato nel 2000 da Mika Vanhanen, docente finlandese. Nel suo discorso d'apertura al "Timeout" di Roma, l'ambasciatore finlandese Pia Rantala-Engberg ha parlato degli obiettivi della Presidenza finlandese del Consiglio Ue legati ai cambiamenti climatici. "Cosa può fare il singolo cittadino rispetto a questo tema? Quali sono le responsabilità della politica e dell'industria?": queste alcune delle domande cui si è cercato di dare risposta. Hanno partecipato: il consigliere Piergabriele Papadia de Bottini, Ministero Affari Esteri e Cooperazione internazionale; Marina Baldi del Cnr; Rudi Bressa, giornalista ambientale; Linda Giannini, coordinatrice nazionale Progetto Eno; Carlo Nati docente, e gli studenti Edoardo Calisi e Stefano Damiano, Progetto Eno Liceo Artistico "Michelangelo Buonarroti" Latina; Daniele Stentella per l'azienda Tapojarvi; Enrica Galanti del Global Action. Linda Giannini ha consegnato al consigliere Papadia de Bottini della Farnesina il "Piano d'azione per il clima 2019-2025" che gli studenti Eno di tutto il mondo, tra cui anche Emi e Alessandro, allievi del "Vittorio Veneto-Salvemini" di Latina hanno proposto al "Vertice mondiale degli studenti per il clima" nel giugno scorso.
In tema di ambiente e iniziative messe in atto a Latina, gli studenti Edoardo e Stefano hanno ricordato la pulizia della città e la piantumazione nel giardino della loro scuola di un albero di ulivo donato dallo stesso prof Nati. Il quale a sua volta ha ricordato come la studentessa Alessia Toschi dell'Artistico si sia classificata al terzo posto nel concorso internazionale di giugno in Finlandia.