Nella giornata internazionale dei Musei, che ruota intorno a tre termini importanti come uguaglianza, diversità e inclusione, è stato presentato in videoconferenza alla stampa il progetto  "Cambellotti 4.0" che trasformerà il Museo situato nel cuore della città di Latina per renderlo una struttura versatile in grado di divenire snodo centrale del costituendo Sistema Culturale integrato delle Città di Fondazione dell'Agro Pontino.

Una vera rivoluzione, una sfida per il futuro o meglio, come ha sottolineato Alessandro Panigutti, il direttore del nostro quotidiano Latina Oggi (media partner), una scommessa sul presente. Il Museo Cambellotti è destinato ad assumere un ruolo di agente del cambiamento e dell'innovazione, a diventare luogo di interazione e di dialogo sociale. Il progetto è ambizioso, a disposizione al momento ci sono 300 mila euro, stanziamento ottenuto dalla Regione Lazio e integrato dal Comune. I lavori partiranno subito, nuovo passo di un percorso già avviato ormai due anni fa. Itinerari museali, eventi, formazione, postazioni multimediali, esposizioni, laboratori didattici, book shop e punti ristoro sono solo alcune voci del "Cambellotti 4.0", idee che ruotano intorno alla tecnologia all'avanguardia garantita da Cisco System, rappresentato in conferenza dal manager Giuseppe Viglialoro.

Digitalizzazione di produzioni artistiche, ovvero documenti su Latina, sulle città di fondazione e sull'agro pontino; gestione di immagini, filmati per la consultazione; visione di prodotti culturali attraverso una nuova multimedialità; realizzazione di una piattaforma tecnologica condivisa necessaria per unire le realtà cittadine e per mettere in relazione tutti gli attori del Sistema Integrato delle Città di Fondazione e dell'Agro Pontino tra loro e con i soggetti nazionali e internazionali, sono solo alcuni dei capitoli di un progetto ad ampio respiro, illustrato con orgoglio dall'assessore alle Politiche culturali Silvio Di Francia, dall'avvocato Elena Lusena, Rup del progetto e responsabile del Sistema Integrato, dall'imprenditore Viglialoro, e dalla dirigente del settore Cultura, Turismo e Sport Antonella Galardo, che al termine del suo intervento ha annunciato commossa l'ormai prossimo pensionamento ringraziando tutti per questa esperienza bellissima vissuta. Ad aprire la conferenza il sindaco Damiano Coletta, in collegamento anche il presidente della Commissione Cultura Fabio d'Achille. Gli interventi previsti andranno a rafforzare dotazioni, capacità operativa di un Museo al servizio della crescita culturale dell'intero territorio, di Latina in particolare, aperto alla scuola e ai giovani. Un Museo che in tanti aspettavamo...