Tutto è cominciato qualche anno fa, da un racconto di gioventù che per tanto tempo è rimasto nascosto in un cassetto. Il manager e imprenditore pontino Claudio Di Biasio ha deciso di pubblicarlo, dopo un'iniziale pudore nel proporre aspetti biografici che riguardavano alcune esperienze giovanili racchiuse nello scrigno della memoria. Di Biasio nel 2017 vincendo le iniziali titubanze decise di dare alle stampe "L'amore dei due ragazzi", e a distanza di circa 40 anni dalla stesura del suo scritto giovanile, condivide senza veli le ansie, le inquietudini e le insicurezze provate in gioventù approcciando il mondo dei sentimenti.

Lo stesso Di Biasio nel testo non sembra riconoscere se stesso ragazzo, ormai diventato uomo, con esperienze che hanno certamente cambiato la sua figura di narratore. L'autore prosegue poi il suo cammino nella delicata sfera dei sentimenti e pubblica "L'amore inaspettato". Questa volta si esaminano aspetti diversi come quelli coniugali e il desiderio. Di Biasio prende sempre in esame la storia di Giorgia e Marco, coppia che affronta tra alti e bassi il tran tran quotidiano. Emozioni più adulte e strutturate che toccano temi come la seduzione, l'adulterio e le strane lusinghe che l'intenso sentimento mescolato al fato propone ai protagonisti. La trilogia si conclude con il nuovo libro "Storie di amori fragili", edito da Civicart. La storia di Marco e Giorgia si riaccende, dopo anni in cui i due protagonisti si erano persi di vista la passione riprende.

Antimo Claudio Di Biasio descrive scrupolosamente i tratti caratteriali dei due protagonisti e il loro rapporto con il sentimento, dando vita ad un piacevole romanzo "rosa". Il sottotitolo è "La vita è una sola e abbiamo sempre il dovere di viverla senza rinunciare a sognare", con la sua pubblicazione Di Biasio vuole ricordare a tutti i suoi lettori di coltivare il loro spazio onirico.