"Oggi è nato un artista", organizzata dalla Fondazione "Roffredo Caetani", il Comune di Latina, la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le provincie di Frosinone, Latina e Rieti e in collaborazione con l'Associazione "Sergio Ban", ha visto la partecipazione di circa duecento persone, di cui circa cinquanta per ogni turno, al fine di rispettare le distanze di sicurezza imposte dalle norme anti-Covid-19.

Un grande successo per la serata- evento organizzata a Ninfa il 22 Giugno in occasione della nascita, settantadue anni fa, di Sergio Ban, un artista complesso e raffinato che dieci anni fa ha lasciato il territorio orfano dei suoi eclettici guizzi artistici.

Tra i presenti, anche gli associati dell'Associazione Sergio Ban, il Sindaco di Latina Damiano Coletta, il Presidente della Fondazione Caetani Tommaso Angoni, la compagna storica dell'artista Carmela Anastasia e il fotografo Marcello Scopelliti che ha restituito in fotografia questo incontro tra la natura mozzafiato del giardino e le circa cinquanta opere del maestro provenienti da collezioni private sparse nell'Oasi più romantica del mondo che quest'anno compie cento anni.

Dalle 18, sorseggiando un calice di vino dai viticoltori de "La strada del vino", è stato possibile ammirare sculture, incisioni, totem, barche in rame e in legno frutto della creatività composta e raffinata dell'artista di Fiume, inserite armonicamente nello spazio dell'Hortus Conclusus.
Protagonista della seconda parte della manifestazione è invece l'opera che Sergio Ban disegnò e incise, ispirandosi proprio al Fiume Nina, sulle pareti del Casale delle Rondini per Loretta Isotton, le cui fasi di realizzazzione sono riprese da Juri Fantigrossi nel suggestivo filmato "Lungo il fiume Ninfa", proiettato alle 20.30 nella Sala Giancarlo Bovina dell'Oasi di Pantanello.

''Far convivere– conclude entusiasta Fabio d'Achille, ideatore dell'evento – arte e natura è la cosa più bella che possiamo mettere in campo, anche per incentivare il turismo".