Il suo libro gli ha valso il premio "Pax et Salus" che gli è stato consegnato dall' International Académie Diplomatique per il suo "Alla ricerca della vita" nel corso di una cerimonia presso la Sala Accademica del Conservatorio di Santa Cecilia.

Una grande emozione per l'apriliano Simone Marchetti, 19 anni, applaudito nell'ambito della kermesse internazionale dei "Books for Peace 2020". Simone è salito sul palco per ricevere il riconoscimento, sotto gli stessi riflettori che illuminavano anche personaggi molto noti, da Paolo Bonolis all'ex-calciatore Damiano Tommasi, all'attore Sebastiano Somma, ed è entrato nella rosa dei premiati in cui spiccavano nomi come quelli dei giornalisti Franco Di Mare, direttore RAI 3 e Amedeo Ricucci, giornalista RAI. Intervistato da Paola Zanoni, il giovane scrittore apriliano ha detto questo del suo toccante libro: "Alla ricerca della vita è un romanzo non autobiografico che tenta di affrontare con spirito critico quei luoghi comuni che riguardano il cancro, visti dagli occhi di un ragazzo in fase terminale. La vicinanza con persone che hanno sofferto questa terribile malattia, solo in Italia uccide quasi 500 persone al giorno ed alla quale sembra come se fossimo ormai tutti assuefatti, mi ha insegnato che forse per essere davvero felici occorre conoscere l'infelicità altrui". Un premio meritatissimo, perché - come ha ben spiegato l'avvocato Antonino Di Renzo Mannino, Presidente IADPES e Giudice di Pace, "Pax et Salus è riferito non a Pace e Salute intese solo come Pace tra i popoli o mero benessere fisico, ma a Pace e Salute dell'Essere Umano. Questo romanzo, raccontando la storia di un ragazzo e del cancro, entra nel merito interiore, profondo, fino a toccare l'anima e, modellandola, aiuta nei rapporti del vivere quotidiano. Aiuta a vivere in Pace e Salute con se stessi e con gli altri."