Danze popolari e musica animeranno la splendida piazzetta dello storico quartiere Nicolosi di Latina. Il secondo appuntamento della kermesse culturale cittadina @tNICOLOSI si svolgerà domani, giovedì 28 luglio, alle 20.30, sul palco Ambrogio Sparagna con l'Orchestra Popolare Italiana proporrà al pubblico "Ballo", un originale spettacolo dedicato alla riproposta dell'affascinante e poco conosciuto repertorio delle danze popolari italiane.

Mazurka, Saltarello, Ballarella, Tammurriata, Pizzica pizzica, Laccio d'amore, Spallata, Scherma, Viddanedda saranno solo alcuni dei balli tipici di varie regioni italiane che saranno proposti dal maestro etnomusicologo di Maranola di Formia e dai suoi musicisti. Uno spettacolo dal ritmo vertiginoso e coinvolgente che sicuramente appassionerà il pubblico presente.

Il maestro Ambrogio Sparagna è uno dei più importanti interpreti della musica popolare europea, ha all'attivo numerosi progetti realizzati in collaborazione con prestigiose istituzoini, concertistiche nazionali ed internazionali. Dal 2007 è fondatore e direttore dell'Orchestra Popolare Italiana dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, un grande gruppo strumentale stabile che raccoglie tanti interpreti provenienti da tutte le regioni della Penisola, allo scopo di promuovere e valorizzare il repertorio della musica popolare italiana. Con questo organico dà vita a numerosi progetti di spettacolo, nel tempo ha collaborato con numerosi artisti tra loro: Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Angelo Branduardi, Peppe Servillo, Teresa De Sio, Nino D'Angelo, Simone Cristicchi, Ron, Giovanni Lindo Ferretti e molti altri.

Lo spettacolo "Ballo" è ad ingresso gratuito come tutti gli appuntamenti della prestigiosa rassegna @tNICOLOSI, la kermesse culturale che animerà il Nicolosi sino al 18 settembre con tanti eventi di qualità.

La manifestazione multidisciplinare nasce grazie alla sinergia di diverse realtà: Teatro Ragazzi, Regione Lazio, ATCL, ATER, Associazione Spazio Culturale Nicolosi, Associazione Lestra, Comitato di Quartiere Nicolosi e dell'associazione Terre Pontine Autentiche.