Una delle pagine più critiche della storia contemporanea italiana, accaduta ai tempi del cosiddetto decreto "Salva Italia", l'odissea degli "esodati", viene raccontata in questi giorni dal talento registico di Ciro Formisano. Il film-maker partenopeo, alle prese con il suo primo lungometraggio, arriverà oggi a Latina per l'anteprima pontina del film "L'esodo", in programma alle 20.30 presso il Multisala Oxer (via P.L. Nervi), in compagnia dell'attrice protagonista Daniela Poggi, che si intratterrà prima e dopo la proiezione con il pubblico presente.
Nel film, Francesca è una donna di mezza età, una tra le vittime della legge Fornero sul riordino del sistema pensionistico, tra quei quattrocentomila lavoratori che nel 2011 avevano chiesto il pre-pensionamento, sicuri di poter aspettare la data della pensione con tranquillità, rimasti invece senza più lavoro né stipendio e talvolta costretti a mendicare per sopravvivere. È una storia vera, quella ci consegna Formisano, che sta riscuotendo grande successo di pubblico e di critica (basti pensare che all'anteprima a Torino, pochi giorni fa, presenziava anche lo stesso ex Ministro Fornero) e sulla quale si aprirà un dibattito a fine visione alla presenza delle rappresentanze sindacali e politiche della città e della provincia. L'evento è organizzato dal presidente dell'associazione "Valore Salute", Enzo De Amicis, in sinergia con la Stemo Production.