Promette novità e principi inossidabili la VII edizione del Premio "Pavoncella alla creatività femminile", in programma il 22 e il 23 giugno nella Corte comunale di Sabaudia, con il confermato intento di far luce sull'ingegno, sul talento, sulla finezza delle "eccellenze in rosa" che segnano i più disparati ambiti artistici e culturali della quotidianità pontina. La kermesse, fondata anni addietro da Francesca d'Oriano e dedicata quest'anno a Lea Mattarella, non solo ha saputo gettare radici profonde nel territorio dell'Agro redento contribuendo alla valorizzazione delle risorse umane locali, ma ha assunto una valenza sempre più internazionale, grazie anche al supporto di una giuria tutta al femminile, composta da giornaliste, imprenditrici, magistrati, ricercatrici scientifiche.
Una serata – ecco la prima "buona nuova" - sarà interamente dedicata alla fiction. Tra le opere selezionate per il dibattito, condotto da Emilia Costantini, firma del Corriere della Sera, non mancherà certamente la serie tv incentrata sulla figura di Rocco Chinnici, tratta dal romanzo "E' così lieve il tuo bacio sulla fronte" (Mondadori) della primogenita Caterina, magistrato ed europarlamentare, destinataria con il volume del Premio "Pavoncella" per l'Opera Prima; a confrontarsi per l'occasione saranno lo sceneggiatore e regista Graziano Diana, l'attore, produttore e direttore artistico del Teatro Eliseo, Luca Barbareschi, gli attori Alessandro Preziosi, Alessio Vassallo, Michela Cescon, virtuosi della serialità televisiva più ricercata, protagonisti in fiction di memorabile successo. Ospiti speciali di questa prima serata saranno Cinzia Tedesco, vocalist travolgente, e l'attrice e regista Clara Costanzo.
Alla seconda serata l'onore di "svestire" il medagliere, già accuratamente intitolato dalla Giuria e dalla Commissione scientifica – presieduta dal prof Michele Guarino, gastroenterologo e docente del Campus Biomedico di Roma - attraverso un lavoro di selezione protratto per quasi un anno. La premiazione sarà introdotta dalle note del maestro romano Gabriele Ciampi, pianista e compositore oramai stabile a Los Angeles, noto tra le altre cose per essere stato invitato dall'allora presidente Obama a suonare alla Casa Bianca.

Tredici vincitrici in tutto. Per la Ricerca scientifica: Cecilia Bartolucci, coordinatore del "Foresight Project Food" del Consiglio Nazionale delle Ricerche, che da sei anni si occupa di esaminare i sistemi di produzione e consumo alimentare; Antonella Cerquiglini, responsabile dell'U.O.S. di Neuropsichiatria Infantile dell'Età Evolutiva presso "La Sapienza" di Roma; Rina Rudyanto, da Singapore, che ha messo a punto nuovi software atti ad elaborare immagini radiologiche in grado di fornire, anche a distanza, diagnosi sempre più accurate di numerose malattie polmonari. Per l'Arte, concepita come passione e professione: Dalma Frascarelli, docente di Storia dell'Arte Moderna e di Storia della Moda presso l'Accademia di Belle Arti di Roma; Giulia Cairoti, allieva dell'Accademia di Belle Arti di Roma, e Miriam Altomonte, dell'Accademia di Belle Arti di Napoli, alle quali sono state attribuite le borse di studio "Lea Mattarella", messe a disposizione dal Comune di Sabaudia e dall'associazione culturale "ArteOltre"; la pittrice iraniana Leila Mirzakhani, che sedusse Lea Mattarella con la potenza "lenta" del suo lirismo mistico; la sceneggiatrice Doriana Leondeff, talentuosa allieva di maestri come Gianni Amelio, Furio Scarpelli, Rodolfo Sonego, vicina anche a Silvio Soldini e Carlo Mazzacurati. Per l'Imprenditoria: Maria Assunta Giaquinto, rappresentante del miglior made in Italy nel mondo, consacrata ai mercati esteri dalla preziosità delle sete di San Leucio che oggi adornano il Quirinale, il Vaticano e la Stanza Ovale della Casa Bianca; Olimpia Cassano, fondatrice del Centro Italiano Congressi CIC SUD di Bari, azienda leader nel settore della convegnistica e della formazione. Per la Narrativa, la scrittrice Silvia Ferreri con "La madre di Eva" (Neo Editore), il suo romanzo d'esordio: la storia di una ragazza che sceglie di sottoporsi ad un intervento di falloplastica contro il volere, le aspettative, le speranze della madre. Non mancheranno, come da tradizione, i Premi Speciali alla Donna dell'Anno e alla Donna dello Stato per lo Stato, il primo conferito al Direttore di Rai Fiction, Eleonora Andreatta, e il secondo assegnato al vigile del fuoco Teresa Di Francesco, eroina nelle tragedie del Rigopiano di Farindola e del terremoto di Ischia.