Sei giorni di cinema, musica e cultura. È una bella parentesi nell'ambito di un più ampio progetto di promozione territoriale che il Comune di Pontinia sta portando avanti con decisione sfruttando tutte le potenzialità possibili. È attraverso questo mix innovativo e con la collaborazione delle associazioni Papyrus e Magma e di Clemente Pernarella, gestore del teatro "Fellini", che nasce la nuova edizione del Rock and Blues (giunto alla XIX edizione), che sarà accompagnato quest'anno da "Esterno Notte", il cinema all'aperto nell'anfiteatro della scuola media "Verga" di via Marconi. Le date scelte vanno dal 17 al 22 luglio e l'ingresso sarà sempre gratuito.
«Il nostro obiettivo - ha detto il sindaco Carlo Medici - è quello di portare Pontinia al di fuori dei propri confini territoriali, cercando di attrarre turisti anche dalle località vicine grazie a un'offerta di qualità. Questo non solo in estate, ma anche durante la bassa stagione. La parola d'ordine è "aggregazione" e lo strumento attraverso cui cerchiamo di realizzare tutto ciò è la cultura. Per questo ringrazio l'assessore allo Sviluppo del Territorio Matteo Lovato. Il progetto del "Rock&Blues" - aggiunge - non ha bisogno di presentazioni. È un'eccellenza a livello internazionale. Il progetto "Esterno Notte", invece, rappresenta un'interessante novità realizzata grazie all'associazione Magma. Sfrutteremo ancor più lo spazio dell'anfiteatro della scuola "Verga", per la cui ristrutturazione abbiamo già chiesto dei finanziamenti».
«Non è facile - ha aggiunto l'assessore Matteo Lovato - organizzare degli eventi al giorno d'oggi, anche per gli aspetti burocratici connessi. Per questo ritengo sia doveroso ringraziare in primis l'assessore Patrizia Sperlonga e anche gli uffici per il lavoro svolto. Il concetto che vogliamo trasmettere è chiaro: in un periodo di porti chiusi, Pontinia è un porto aperto che propone un'offerta culturale libera e gratuita, resa possibile anche dal contributo della Regione Lazio».
Dopodiché, nel corso della conferenza stampa di ieri, sono stati analizzati i vari progetti che prenderanno il via nei prossimi giorni. Si è partiti dal "Rock&Blues", che quest'anno spegnerà ben 19 candeline e che, superata la "maggiore età", è pronto a reinventarsi con un'edizione invernale. Sul palco dell'anfiteatro, a partire dal 20 luglio, si alterneranno artisti internazionali ed eccellenze locali. Suoneranno: i Dr. Feelgood, i Black Tail, Eric Bibb, i Caboose, David Zollo e Ray Romijn. «La filosofia - ha detto Adriano Cremona, presidente dell'associazione Papyrus che organizza il festival - è sempre la stessa: promuovere l'aggregazione. Stare insieme facendo incontrare le generazioni. È il concetto di "comunità"».
Come accennato, da martedì 17 luglio prenderà il via anche "Esterno Notte" organizzato dall'associazione Magma. Una rassegna di cinema all'aperto che si terrà sempre nell'anfiteatro della scuola "Verga". «Il nostro progetto - ha detto il presidente Paolo Valente - è quello di valorizzare e promuovere il territorio. A Pontinia, dove abbiamo avviato "CiaoPontinia" abbiamo trovato condizioni favorevoli». Gli eventi prenderanno il via alle 19 con un aperitivo con prodotti locali; seguiranno manifestazioni musicali, la presentazione del film, la proiezione di un cortometraggio e la proiezione della pellicola.
A concludere gli interventi è stato Clemente Pernarella, che gestirà per cinque anni il teatro "Fellini". Un ritorno dopo la precedente esperienza, definita una sorta di «anno zero». «Abbiamo iniziato a costruire un progetto - ha detto Pernarella - e oggi a Pontinia ci sono le condizioni per fare sistema. Il teatro "Fellini" riserverà molte sorprese. Il 26 luglio la struttura sarà aperta e sarà possibile rivedere montato il sipario del 1928 proveniente dal Bolshoi di Mosca. Tra le prime idee, quella di creare una nuova edizione invernale del Rock&Blues: cercheremo di essere il "contenitore" di questo grande evento». Non è che una delle tante novità. Tanto fermento culturale, insomma, per una città che a poco a poco sta riscoprendo se stessa e le proprie potenzialità che nulla hanno da invidiare alle località, vicine e lontane, più blasonate. La stagione è soltanto all'inizio.