E' venuta a mancare oggi, alla Clinica San Marco, la pittrice e curatrice d'arte Veturia Manni.

Era nata a Sezze. Aveva conseguito la laurea al DAMS dell'Università di Bologna, coltivando dentro e fuori gli ambiti accademici una profonda passione per l'arte tout court e le immagini, dal cinema alla pittura, passando per i gioielli con un vero e proprio brand ideato diversi anni fa, "gioiellixcaso". Stimata nel territorio pontino quale fervida, costante, visionaria testimone e interprete dell'estetica contemporanea, con la sua prematura scomparsa  Veturia Manni segna un solco netto nel panorama culturale della città di Latina, che dal 2016 la vedeva impegnata anche e soprattutto in qualità di curatrice di Artime Gallery, lo spazio espositivo al civico 88 di Corso Matteotti, da lei fondato e coordinato con alacre e premurosa lungimiranza: una terrazza affacciata sul mosaico screziato dei sentimenti, in cui la sua stessa creatività sapeva trovare un rifugio fedele, dando forma e voce ad universi sconfinati. Di pensieri e di speranze.