Partirà a novembre la Stagione 2018-2019 del Teatro D'Annunzio di Latina, messa a punto dall'Amministrazione comunale in sinergia con l'Atcl, e proseguirà fino alla metà di aprile proponendo nove spettacoli tra i più apprezzati delle scene italiane contemporanee, tra testi sempreverdi, capolavori di attualità e maestri insuperati del teatro nostrano. "Latina è da sempre una città aperta alla multidisciplinarietà, alle esigenze della scuola, al mutare delle tendenze - ha sostenuto Alessandro Berdini, direttore artistico dell'Atcl, nel corso della presentazione del cartellone avvenuta ieri nelle sale del Museo Civico Cambellotti -. In un tempo in cui troppo raramente si parla dei due punti fondamentali del teatro, artisti e pubblico, questa città merita di recuperare il patrimonio delle eccellenze locali e di riavvicinare quegli spettatori che negli anni, per motivi assai diversi, hanno preso le distanze dalle sale". A Berdini fa eco Di Francia, assessore alla Cultura, Sport e Turismo del Comune di Latina: "Il teatro non può ridursi ad un mero calcolo di posti e di risorse economiche. Tra la platea e il palcoscenico, luoghi interclassisti per natura, si rivela l'identità di un'intera comunità: è una questione che riguarda tutti, nessuno escluso". Entusiasta anche il capo di gabinetto della Regione Lazio, Albino Ruberti, che tiene a sottolineare come "il Teatro Gabriele D'Annunzio" sia parte integrante di quel "sistema virtuoso" che è l'Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio, "e l'interessante stagione teatrale che presenta quest'anno sarà certamente di grande richiamo per il pubblico dell'intera provincia". 

Vediamola nel dettaglio:

  • 4 Novembre ore 18.30 - "Copenaghen" di Michael Frayn, con Umberto Orsini, Massimo Popolizio e con Giuliana Lojodice, regia di Mauro Avogadro
  • 24 Novembre ore 21.00 - "Squalificati" di Pere Riera, con Stefania Rocca, Andrea de Goyzueta e Fabrizio Vona, regia di Luciano Melchionna
  • 16 Dicembre ore 18.30 - "Pueblo" di e con Ascanio Celestini, musiche dal vivo di Gianluca Casadei
  • 10 Gennaio ore 21.00 - "Donchisci@tte" di Nunzio Caponio, con Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi, adattamento e regia di Davide Iodice
  • 3 Febbraio ore 18.30 - "Voci nel buio" scritto e diretto da John Pielmeier, con Laura Morante (anteprima regionale)
  • 16 Febbraio ore 21.00 - "Fratto_X" di Flavia Mastrella e Antonio Rezza, con Antonio Rezza e con Ivan Bellavista
  • 5 Marzo ore 21.00 - "Il pomo della discordia" scritto, diretto e interpretato da Carlo Buccirosso, con Maria Nazionale
  • 30 Marzo ore 21.00 - "Aspettando Godot" di Samuel Beckett, con Antonio Salines, Luciano Virgilio, Edoardo Siravo, Fabrizio Bordignon, Gabriele Cicirello, regia di Maurizio Scaparro
  • 13 Aprile ore 21.00 - "Morte di Galeazzo Ciano" di  Enzo Siciliano, con Francesco Siciliano, Emanuele Vezzoli, Nicola Nicchi, Paola De Crescenzo, Alice Giroldini, Roberto Abbati, musiche di Goffredo Petrassi, regia di Gianfranco Pannone

La campagna abbonamenti prenderà il via venerdì 12 ottobre; già a partire da oggi è possibile invece rinnovare quelli già acquistati per la stagione passata. Queste le tariffe per i nove spettacoli: euro 160 per la Platea I settore (euro 150 il ridotto); euro 150 per la Platea II settore e Palchi Platea (euro 140 il ridotto); euro 140 per Galleria e Palchi (euro 130 il ridotto). I singoli biglietti avranno un costo di euro 26 per la Platea I settore (euro 24 il ridotto), euro 23 per la Platea II settore e Palchi Platea (euro 21 il ridotto), euro 18 per Galleria e Palchi (euro 16 il ridotto), esclusa la quota di prevendita. Il botteghino, in Viale Umberto I, resterà aperto dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 14, martedì e giovedì dalle 15 alle 19. Per maggiori informazioni, telefonare allo 0773652642.