Una sfida che si rinnova dopo 55 anni: trenta club in gara provenienti da 14 regioni d'Italia, 3 nazioni e un totale di 122 partecipanti. Sono questi i numeri della rievocazione storica del circuito Pontino “Audax 300 km dell'Agro Pontino”, l'evento organizzato dal Vespa Club di Aprilia, dal Moto Club Innocenti Aprilia e dalla sezione locale dell'Avis, con il patrocinio del Comune di Aprilia. Domenica 2 aprile Vespe e Moto partiranno da piazza Roma per compiere il giro dell'Agro Pontino, che prevede soste e tappe intermedie nei comuni di Sermoneta, Sezze, Priverno, Fondi, Itri, Formia, Minturno, Scauri, Gaeta, Sperlonga, San Felice Circeo, Sabaudia, Borgo Grappa, Latina e Cisterna. Oggi pomeriggio presso la sede dell'Avis di via Enrico Fermi, il presidente del Vespa Club Aprilia Alfonso Fagiolo, i responsabili della sezione locale dell'Avis e il presidente del Moto Club Innocenti di Aprilia Angelo Pizzirusso, alla presenza del delegato allo sport del Comune di Aprilia e consigliere provinciale Pasquale De Maio hanno spiegato i dettagli dell'importante manifestazione, che dopo 55 anni torna a ripercorrere il circuito storico dell'Agro Pontino.

I 122 piloti, alcuni con mogli al seguito, tutti rigorosamente vestiti con divise bianche storiche della Piaggio e con i mezzi contrassegnati con fascia e numero, dovranno viaggiare a una velocità media di 37- 39 km, e dopo la sosta potranno ripartire all'orario prestabilito alla volta della prossima meta, come illustrato dal Direttore di gara Antonio Mango. Il nome del percorso, Audax, dipende proprio dal percorso e dalla tipologia di gara, ed è previsto per i circuiti superiori ai 300 km. Dopo il rientro in piazza Roma, previsto per le 17.30, avrà luogo la cerimonia di premiazione.