Sarà dedicata a Santa Caterina da Siena e vedrà la luce nella zona della Castagnetta la nuova Chiesa del quartiere periferico di Ardea.

Nella giornata di domenica, infatti, è stata benedetta e posta la prima pietra dell'edificio di culto, alla presenza del vescovo di Albano Marcello Semeraro, del sindaco Luca Di Fiori e di tantissimi cittadini.

A fare gli onori di casa il Parroco, don Paolo, che ha introdotto la cerimonia, prima di lasciare la parola al Vescovo: l'alto prelato ha parlato dell'importanza di un nuovo edificio di culto in un quartiere che - come spiegato da una cittadina poco prima - ha una storia ormai molto lunga, fatta di emigrati italiani che, dalle colonie, tornarono qui negli anni '40 per volere dell'allora capo del Governo, Benito Mussolini.

Queste, invece, le parole commosse del sindaco Di Fiori: "La prima pietra di una Chiesa è cosa sempre un po' speciale - ha affermato - Non è un'opera pubblica 'ordinaria', ma è il segno di come un insieme di persone e di famiglie, si fanno comunità. Qui la comunità di Castagnetta, che viveva nel vecchio locale, ha sempre dimostrato particolare reattività. Gli spazi, però, non erano idonei per creare quel fuoco di pensieri, di emozioni, di riflessioni proprio di una comunità ecclesiale. Vado particolarmente orgoglioso del fatto che questa posa della prima pietra è una delle cerimonie che sta chiudendo il mio mandato”.