Mentre l’amministrazione comunale continua a bistrattare il lungomare, c’è chi si preoccupata di garantire un certo decoro al lido anche quando la stagione estiva è un lontano ricordo, nel rispetto di chi il mare lo vive tutto l’anno, per scelta o per piacere. A rimboccarsi le maniche è sempre lo stesso esercente, vale a dire Max Cavazza, gestore del bar Dolce Paradiso che nella piazzetta del lido ha provveduto a ripulire dove secchi dell’immondizia erano stracolmi. Ancora un intervento di pulizia fai da te per la manutenzione del lungomare.