Nella giornata di domenica scorsa, il vescovo diocesano - monsignor Mariano Crociata - ha benedetto e inaugurato la nuova struttura coperta in legno realizzata accanto alla Chiesa parrocchiale di San Tommaso d’Aquino, nella frazione di Pontenuovo, a Sermoneta. Si tratta di un manufatto predisposto grazie a un contributo regionale e ad alcuni fondi raccolti dal comitato parrocchiale: un importante traguardo, per la comunità guidata da don Giovanni Correddu, che ora avrà a disposizione un’area da destinare sia alle esigenze della parrocchia - dunque per le attività oratoriali, i campi estivi e le manifestazioni di quartiere - ma anche a quelle promosse dai cittadini che necessitassero di spazi per le proprie iniziative. Accanto al vescovo c’erano l’economo e il referente della Conferenza Episcopale Italiana per la provincia di Latina, il vicesindaco Giuseppina Giovannoli e l’assessore Gilberto Montechiarello, ma i gruppi parrocchiali, l’associazione volontari della Parrocchia, la banda “Fabrizio Caroso” di Sermoneta, la corale dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Sermoneta e gli Sbandieratori “Ducato Caetani”.

Importante, infine, l’annuncio dato dal vescovo ai fedeli di Pontenuovo: la Cei, infatti, ha disposto il finanziamento del 75% delle spese da sostenere per la costruzione della casa canonica e delle altre opere parrocchiali; di conseguenza, monsignor Crociata ha sensibilizzato i cittadini a impegnarsi per raggiungere il risultato finale. Anche per questo, è stato illustrato il progetto preliminare, curato dall’architetto Renato Allegri.