«Faccio i miei complimenti all’assessore al Commercio Giorgio Bianchi per le splendide luminarie che sono state dislocate nel centro città, costate al Comune di Anzio 29.500 euro. I restanti 4.500 euro, il tutto Iva esclusa, sono stati spesi per posizionare le luminarie in altre sette postazioni in periferia». Si apre così l’intervento del consigliere comunale Marco Maranesi, che difende l’operato della Giunta Bruschini sul posizionamento delle illuminazioni natalizie, tentando di spegnere le polemiche nate nei giorni scorsi a margine della pubblicazione della determina dirigenziale con cui si stanziano i fondi per pagare il servizio.

«Finalmente si è tornati a investire anche nel decoro urbano, aspetto importante per l’attrazione di turisti nelle tante attività commerciali che operano nel nostro territorio - ha aggiunto Maranesi - Non mancano critiche e chiacchiere inutili di chi, ogni giorno da quando ci siamo insediati, non fa altro che denigrare. Critiche sterili e inopportune, nella disperata ricerca di una visibilità politica che nulla a che fare con la giusta e doverosa contrapposizione politica, affinché sia gestito al meglio il bene comune». Maranesi ha una risposta anche per chi sostiene che la spesa sia stata esosa: «Ricordo che questa amministrazione spende più di cinque milioni di euro per i Servizi sociali, oltre ad aver approvato, nell’ultimo Consiglio comunale, il regolamento per la concessione dei contributi ai cittadini con reale difficoltà economica. E su questo vorrei ringraziare l’assessore Roberta Cafà che ha anche organizzato per due giorni un pranzo natalizio per i cittadini economicamente svantaggiati con la collaborazione delle Parrocchie e a costo zero per le casse del Comune».