«Sarà mia premura stilare un documento con tutte le istanze presentate in quest’appuntamento». Si è concluso così, a Velletri, il discorso pronunciato da Giorgio Greci, capogruppo della Lista Live fra i banchi dell’opposizione in Consiglio comunale e candidato sindaco già ufficializzato per le elezioni del 2018, davanti a decine di agricoltori riunitisi domenica mattina all’interno della sala “Velidance” di via dei Fienili. L’occasione è stata utile per fare il punto sulla situazione attuale del settore Primario, che sta vivendo momenti di difficoltà. «L’aver perduto il treno che ci avrebbe consentito di entrare a far parte della zonizzazione delle aree rurali intermedie ha penalizzato enormemente gli agricoltori - ha tuonato Greci, criticato l’operato dell’amministrazione Servadio - Gli strumenti per dare una svolta al versante agricolo c’erano tutti, ma tale mancanza grida vendetta ed è stata gravissima, privando chi avrebbe potuto della possibilità di accedere ai fondi europei che passano anche per la Regione Lazio, tramite la formazione di Gruppi di azione locale), finalizzati a favore lo sviluppo delle aree rurali. Si sono persi milioni di euro, arrecando un danno enorme alla nostra economia e pregiudicando un vero e proprio rilancio del comparto agricolo cittadino». Non sono mancate, durante il dibattito, le proposte degli agricoltori: da un polo d’eccellenza da sviluppare ai Cinque Archi fino al potenziamento del mercatino di via Rioli.