Continua la protesta delle ex lavoratrici del call center in piazza Roma gestito dalla cooperativa Stevi. Anche questa mattina le cinque donne sono tornate in piazza Roma con cartelli e striscioni per rivendicare il pagamento delle mensilità arretrate. «Ci devono ancora dare gli stipendi di agosto 2016 - spiegano - e delle tre settimane di gennaio nelle quali abbiamo lavorato».

Si tratta del secondo giorno di mobilitazione: anche ieri le ex dipendenti hanno manifestato davanti agli uffici del call center (che si trovano al secondo piano dello stabile di piazza Roma, sopra la banca Credem) per chiedere i soldi, e a nulla è servito il tentativo di conciliazione degli amministratori della cooperativa. Ma i primi screzi si erano già registrati dieci giorni fa, tuttavia le cinque donne non si fermeranno fino a quando non saranno pagati tutti gli stipendi.