Ha avuto luogo questa mattina, presso il comprensorio studentesco “Meucci-Rosselli” di Via Carroceto, la manifestazione commemorativa promossa dal Comune di Aprilia nel terzo anniversario dell’inaugurazione del monumento alla memoria del Tenente Eric Fletcher Waters e di tutti i Caduti rimasti senza sepoltura, scoperto per l’appunto il 18 febbraio del 2014 alla presenza del musicista di fama internazionale Roger Waters e del veterano di guerra Harry Shindler.L’iniziativa odierna è stata organizzata nell’ambito delle celebrazioni per il 73esimo dello Sbarco delle truppe Alleate durante la seconda guerra mondiale.Nella prima parte della cerimonia odierna è stata deposta una corona d’alloro al monumento, sito nel piazzale d’ingresso del Liceo “Meucci”, alla presenza delle Autorità civili, militari, religiose, dei rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.Successivamente, i partecipanti hanno raggiunto l’Auditorium per seguire il programma rievocativo, che prevedeva approfondimenti a cura dei docenti Bruno Morabito e Giovanni Raponi, la cui indagine storica si è avvalsa della collaborazione degli studenti Mario Marra, Ilaria Polimeno e Martina Rico. Intermezzi musicali sono stati curati dagli studenti Francesco Bernardini, Salvatore Cocola, Alessio Bratu Riccardo e Francesca Notarangelo.Nel corso della conferenza sono intervenuti anche i signori Pietro Nencini, autore del libro “Frammenti di Aprilia sparita. Quando io e lei avevamo venti anni”, e Pasqualino Nuti, autore del libro “Aprilia, i giorni della guerra e gli occhi di un bambino”, per due preziose testimonianze dirette sul periodo bellico.In rappresentanza dell’Amministrazione Comunale è intervenuto l’Assessore alla Pubblica Istruzione Francesca Barbaliscia. Quest’ultima ha ricordato come l’importanza della manifestazione odierna risieda proprio nella presenza delle giovani generazioni e che la scelta di erigere un secondo monumento in Via Carroceto (dopo quello di Via dei Pontoni, luogo di battaglia tra le truppe angloamericane e naziste dove fu destinato il battaglione ove militava il padre di Roger Waters) fu presa dall’Amministrazione proprio raccogliendo l’invito dello stesso Waters e del reduce Shindler, al fine di poter tramandare la memoria degli orrori del conflitto mondiale.