on una sentenza pubblicata ieri, il Tar del Lazio - Sezione seconda bis di Roma - ha accolto il ricorso promosso dalla cooperativa “Solidarietà e Lavoro” e dalla Vivenda Spa contro il Comune di Pomezia e nei confronti delle imprese Innova Spa ed Elior Ristorazione Spa, inerente l’aggiudicazione dell’appalto per il servizio di refezione scolastica e alcune contestazioni che il Comune mosse alla iniziale aggiudicataria, ossia l’attuale ricorrente.

Nello specifico, i giudici hanno annullato la determina con cui il Comune contestava presunti inadempimenti dell’Ati Solidarietà e Lavoro - Vivenda e i relativi atti presupposti, ma anche la determina che affidava l’appalto alle altre due ditte e i provvedimenti adottati in epoca successiva, riguardanti la consegna dei locali e delle attrezzature e il passaggio di consegne.