Un gesto simbolico, che vuole comunque garantire un minimo di sicurezza per il litorale di Torvajanica.

È questo quanto messo in atto ieri mattina da una rappresentanza del comitato di quartiere Torvajanica nord, che ha voluto adoperarsi per interdire con nastro bianco-rosso e dei bancali in legno l’ingresso al vecchio stabilimento balneare Las Vegas, da anni pericolante e in stato d’abbandono.

In particolare, è stato lasciato aperto soltanto l’ingresso del passaggio a mare numero quindici, ossia quello attiguo alla vecchia struttura.

«A distanza di sei mesi dall’ultima denuncia effettuata in merito alle problematiche che attanagliano il quartiere, soprattutto del passaggio a mare numero quindici - hanno scritto, sulla proprio pagina ufficiale di Facebook, i referenti del comitato di quartiere -, non è stato effettuato nessun intervento in merito da parte degli organi competenti, che avrebbero dovuto iniziare i lavori di messa in sicurezza già da febbraio scorso».

«Questo gesto simbolico serve, appunto, per denunciare nuovamente la mancanza di interventi da parte del Comune in questo quadrante di Torvajanica, abbandonato a se stesso, speranzosi di seri provvedimenti al riguardo».

«Il Comitato di quartiere Torvajanica Nord continuerà a lottare fin quando il sindaco Fabio Fucci non darà risposte concrete e provvederà a mettere in atto interventi in merito ai lavori per facilitare l’accesso del passaggio a mare numero quindici - hanno concluso dal comitato - e per la messa in sicurezza dell’ex stabilimento balneare Las Vegas».