Si è concluso con un nulla di fatto, nella sede romana di Unindustria, il confronto fra le organizzazioni sindacali e le Rsu della Fiorucci di Pomezia e l’azienda di Santa Palomba. Nessun accordo, infatti, è stato raggiunto circa la volontà della ditta di avviare le procedure di licenziamento per 106 persone. Ora, dunque, la “palla” passerà a un tavolo da istituirsi alla Regione Lazio, dove si proverà a scongiurare la perdita dei posti di lavoro. «Siamo pronti a mettere in atto tutti gli strumenti utili alla tutela dei lavoratori e per la ripresa delle trattative» hanno dichiarato, nella giornata di ieri, i sindacati di categoria.