Nella giornata di sabato, l’ambulatorio della Asl Roma 6 sito in via Legnano, ad Ardea, è stato protagonista di un tentativo di rapina a mano armata.

Tutto è accaduto attorno alle 14: un uomo col volto travisato da un passamontagna e con la pistola in mano ha fatto irruzione nei locali della Asl, minacciando i tre dipendenti presenti.

Con accento romano, l’uomo ha subito chiesto di avere i soldi incassati durante la giornata tramite il Cup: i lavoratori, però, hanno spiegato al rapinatore di non avere la possibilità di accedere alla cassaforte e, di conseguenza, di non poter ottemperare alla sua richiesta di denaro.

Non senza una prima insistenza, il rapinatore ha deciso di desistere: nei momenti precedenti alla fuga, però, ha intimato ai dipendenti in servizio di attendere a dare l’allarme, col chiaro intento di guadagnare una sicura via d’allontanamento dal luogo del tentativo di rapina.

Ovviamente, le persone presenti all’interno dell’ambulatorio di via Legnano hanno ottemperato alla richiesta del rapinatore e, dopo qualche minuto, hanno chiamato il 112.

Di conseguenza, i carabinieri della tenenza di Ardea - afferenti alla compagnia di Anzio - hanno raggiunto il presidio sanitarioe avviato le indagini.