Nei giorni scorsi, a Pomezia, una fitta nube nera si era alzata da via Brasile, una strada privata all’interno della quale si erano accumulati - nel tempo - moltissimi rifiuti. Proprio questi ultimi erano stati avvolti dalle fiamme e, di conseguenza, si era reso necessario l’arrivo dei pompieri.

La già precaria situazione legata alla presenza della spazzatura, dunque, è stata aggravata dal rogo: così facendo il Comune ha deciso, di concerto col proprietario, di dare luogo una bonifica della zona, smaltendo correttamente tutti i rifiuti presenti, a tutela dell’igiene e della salute pubblica.

«La manutenzione e la pulizia delle strade private sono a carico dei proprietari - ha voluto precisare, nel corso della giornata di ieri, il sindaco Fabio Fucci - L’intervento, commissionato appunto dal proprietario del lotto di via Brasile, arriva dopo un iter di controlli e verifiche da parte della polizia locale a tutela del decoro urbano, dell’ambiente e della cittadinanza».
Di conseguenza, al termine della giornata di ieri, via Brasile appariva sgombra dai rifiuti, con la speranza che non torni presto a essere una grossa discarica abusiva.

«È importante ricordare - ha concluso il primo cittadino di Pomezia, Fabio Fucci - che il Regolamento di polizia urbana sanziona l’abbandono dei rifiuti con multe da 500 euro. Mantenere la città pulita e rispettare le regole del conferimento dei rifiuti porta a porta è un dovere di ciascun cittadino. Allo stesso tempo è dovere dei proprietari di terreni e strade farsi carico della pulizia e della manutenzione della proprietà privata».