I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Pomezia hanno arrestato una donna di 48 anni, già conosciuta dalle forze dell'ordine, trovata in possesso di 10 grammi di hashish e numerosi flaconi di metadone.

Nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nelle zone popolari del Comune di Pomezia, i carabinieri, nel transitare nell’area di edilizia popolare di via Singen, hanno notato la donna che sostava sotto alla sua abitazione con un atteggiamento sospetto.

Durante il controllo i militari, insospettiti anche dalla "storia" della 48enne, hanno deciso di eseguire la perquisizione dell’abitazione della donna. In casa sono stati rinvenuti 10 grammi di hashish già divisi in 8 dosi, un bilancino di precisione, il materiale necessario al confezionamento delle dosi e 16 flaconi di metadone, medicinale generalmente utilizzato per la terapia delle tossicodipendenza da oppiacei, di cui la donna non ha saputo giustificare la provenienza e la disponibilità, nonché 200 euro in banconote di piccolo taglio, ritenuti provento dell’attività illecita.

Come disposto dall’Autorità giudiziaria, la donna si trova agli arresti domiciliari in attesa del processo.