Nella tarda mattinata di ieri, i carabinieri della tenenza di Ardea hanno arrestato un 27enne di Roma e un 54enne di Ardea, entrambi già noti alle forze dell’ordine, con l’accusa di rapina aggravata e ricettazione.

Nella mattinata di ieri il più giovane, con volto travisato da un casco e armato di una pistola, ha fatto irruzione all’interno di una gioielleria di via Sassari dove, sotto la minaccia  di un'arma, si è appropriato di tre orologi esposti, dal valore complessivo di circa 1500 euro, per poi uscire a piedi e salire a bordo di uno scooter guidato dal 54enne. Il complice tenta più volte invano di avviare il motociclo e pertanto i due, sorpresi dall’inconveniente, si danno alla fuga a piedi. Nel frattempo i carabinieri di Ardea, allertati tramite 112 dal proprietario della gioielleria, ricevuta una prima descrizione dei rapinatori, si mettono immediatamente sulle tracce degli stessi. Nella limitrofa via Forlì i militari individuano due soggetti corrispondenti alla descrizione dei rapinatori e gli intimano l’alt. I due tentano di darsi alla fuga ma, inseguiti dai carabinieri, vengono bloccati. Immediatamente perquisiti, vengono trovati ancora in possesso degli orologi. Dai primi accertamenti esperiti si è potuto inoltre appurare che il motociclo utilizzato per la rapina è il provento di un furto perpetrato a Roma il febbraio scorso.

La refurtiva è stata recuperata e riconsegnata al titolare della gioielleria, mentre il motociclo sottoposto a sequestro in attesa della restituzione al proprietario. I due arrestati, terminate le formalità di rito, sono stati condotti presso le camere di sicurezza della tenenza di Ardea, dove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.