Sull’evasione della tassa dei rifiuti c’è un punto interrogativo di quattro anni. Il Comune di Fondi è in possesso dei dati fino al 2012 ma da quella data in avanti non è possibile conoscere con esattezza il numero dei furbetti. Il gruppo del Partito democratico ha chiesto al Comune di avere un dato certo ma la risposta arrivata dall’ufficio tributi dell’ente non consente, al momento, di avere una ricostruzione precisa del quadro. Quello che si sa è che con specifiche attività di monitoraggio l’ente ha puntato i riflettori su centinaia di casi per un importo di oltre mezzo milione di euro. Ma le verifiche si fermano al 2012, appunto quattro anni fa. Per il periodo successivo sono in corso altre indagini. Ma il nodo riguarda anche gli evasori totali. Coloro che, in pratica, non hanno mai pagato e sono quindi “invisibili” all’ente. 

Articolo completo in edicola con Latina Oggi (Edizione del 23 novembre)