Alla fine la fusione ci sarà. Non come l’aveva pensata il Comune un anno fa, innescando polemiche e proteste di piazza. Il liceo classico “Gobetti” sarà accorpato all’istituto tecnico “De Libero” con la creazione di un polo unico che avrà sede legale in via San Magno con un organico di 992 studenti. Dove ora c’è il solo istituto tecnico. Lo ha deciso la Provincia di Latina che nei giorni scorsi ha approvato il piano di riorganizzazione della rete scolastica per l’anno 2017/2018. Si tratta di una proposta che passerà per gli uffici della Regione. Dopo proteste degli studenti, scontri politici e perfino un'azione giudiziaria al Tar, è comprensibile l’atteggiamento dell’amministrazione comunale che, dopo essersi esposta l’anno precedente, quest’anno ha fatto marcia indietro. La giunta ha preferito restare alla finestra a guardare a debita distanza e il risultato, oggi, è che la Provincia ha previsto comunque accorpamenti e fusioni. Con la logica della burocrazia, proponendo l’unificazione dei due istituti il cui numero di alunni è sotto la soglia minima per l’autonomia. Ultima novità, l’attivazione di nuovi indirizzi all’Itis “Pacinotti”. Per il biennio ecco l’indirizzo di chimica, materiali e biotecnologie; per il triennio invece biotecnologie ambientali.

Il servizio completo in edicola con Latina Oggi (25 novembre 2016)