Anche per i prossimi tre anni i Comuni di Monte San Biagio e Itri ospiteranno gli immigrati nell’ambito del progetto di accoglienza Sprar. Il ministero dell’Interno ha accolto le domande di proseguimento del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati per il prossimo triennio 2017-2019 e previsto i finanziamenti a supporto dei piani di accoglienza già attivati dai Comuni negli anni precedenti. A Monte San Biagio arriveranno 455mila euro per 37 immigrati, a Itri invece 380mila euro per 25 stranieri. A sancire la chiusura delle pratiche un decreto arrivato dal ministero a pochi giorni dal Natale. Per quanto riguarda il Comune del sindaco Federico Carnevale, l’iter prenderà una strada particolare. Infatti l’ente ha stabilito di proseguire il percorso di accoglienza ma ha anche deciso di procedere a una gara a evidenza pubblica per la gestione della stessa. Ma, tra ritardi e burocrazia, il piano per cui si è avuta risposta solo pochi giorni fa, dovrebbe iniziare già il primo gennaio. Ecco perché l’ente ha chiesto alla cooperativa “Karibu” di proseguire il servizio in via temporanea, e comunque non oltre sei mesi.

L'articolo completo in edicola su Latina Oggi (29 dicembre 2016)