Il nuovo anno si apre così come si era chiuso il 2016, con le solite scintille tra maggioranza e opposizione a Lenola. L’iniziativa dei gruppi di minoranza “Movimento civico” e “Per Lenola” di realizzare un giornalino in cui è stata criticata l’amministrazione del sindaco Andrea Antogiovanni ha sollevato nuove polemiche. La maggioranza si è limitata a definire bugie le accuse lanciate in merito a diverse questioni tra cui sanità, lavori al cimitero, immigrazione e affare Miracolle. Dal proprio canto l’opposizione non ci sta: «La verità fa male. Noi saremmo “vili” e “bugiardi” ma se è così, perché dalla maggioranza continuano a rifiutare un incontro pubblico? A nostro parere, vile è piuttosto l’atteggiamento di chi rifiuta il confronto e non risponde alle interrogazioni che servono ai consiglieri per avere informazioni d’interesse anche per i cittadini». L’opposizione torna quindi a chiedere alla giunta del sindaco Antogiovanni di scendere in piazza, parlare e confrontarsi. «Da parte nostra - continuano i gruppi dei consiglieri Fernando Magnafico e Severino Marrocco - abbiamo talmente tanti argomenti che dovranno impegnarsi molto per starci dietro». La critica nei confronti della squadra di governo è feroce: «I fatti dimostrano che siamo amministrati da personaggi incapaci che si aiutano solo con le chiacchiere e con i cesti natalizi». Le conseguenze, conclude la minoranza, sono sotto gli occhi di tutti.