Non è un caso che Forza Italia abbia voluto ripartire da Fondi, dal quartier generale del senatore e coordinatore regionale del partito Claudio Fazzone. Dal Comune che più degli altri rappresenta la forza di un partito che vive la stagione di passaggio tra ciò che era e ciò che dovrà essere. La partita tra passato e presente è solo all’inizio. Rigenerarsi, ripartire, mettersi di nuovo in moto. A Fondi, dove nel maggio del 2015 Forza Italia ha incassato col sindaco Salvatore De Meo il 70% delle preferenze, si è svolta mercoledì sera l’assemblea generale dello schieramento azzurro. Circa cento tra sindaci, consiglieri e assessori forzisti hanno risposto «presente» all’appello di Fazzone. 

Riuniti nella sede fondana del partito, si è discusso a lungo su come rilanciare l’attività politica. Inevitabile il riferimento alle elezioni provinciali, ormai dietro l’angolo. Ma l’obiettivo che in Forza Italia guardano già, è più in alto. Il 2017 dovrà essere l’anno della maratona elettorale che porterà alle elezioni regionali l’anno successivo. Forza Italia vuole giocare un ruolo da protagonista. Per questo il coordinatore Fazzone ha chiesto ai suoi uomini unità, impegno e sacrificio ma soprattutto di fare della propria attività amministrativa un servizio a favore dei cittadini. Il senatore ha dettato la linea: bisognerà partire dalla gente, rinforzare il legame col territorio. Questo il Dna di un partito che ha bisogno di uno sprint. 

Un’attenzione particolare sarà rivolta ai circoli che dal basso possono rappresentare la linfa vitale dello schieramento. Le sezioni giovani, i coordinamenti cittadini, luoghi di incontro e confronto, ma anche le sedi locali che devono essere un punto di contatto con le persone e di promozione di idee e di iniziative. Archiviata la pratica delle elezioni provinciali, ci sarà da pensare a una Regione per cui, Fazzone ha parlato chiaro, il centrodestra ha il dovere di fare di tutto per tornarne alla guida. A Latina prima, e in tutti gli altri Comuni poi, la sfida di Forza Italia ricomincerà da subito, a caccia di nuovi consensi.