Il Comune ha bisogno di fare cassa. E, se necessario, metterà sul mercato i gioielli di famiglia. Terreni, immobili di varia natura e destinazione: qualora il Consiglio comunale lo ritenga opportuno si avvieranno le procedure per alienare. Ma prima di tutto bisogna discutere su un regolamento ad hoc. È stata convocata per mettere ordine in questa materia la commissione consiliare congiunta Urbanistica e Bilancio. Una sorta di “mini-Consiglio”, visto che tra l’una e l’altra commissione sono coinvolti in tutto tredici consiglieri tra maggioranza e opposizione. I presidenti delle due assemblee, rispettivamente Vincenzo Mattei per l’Urbanistica e Vincenzo Carnevale per il Bilancio, hanno convocato la riunione congiunta per lunedì 16 gennaio alle 10 e 30. Si tratterà innanzitutto di fare il punto sul patrimonio immobiliare dell’ente e sul suo valore. Si tratta infatti anche di valorizzare i beni. Il piano è stato predisposto dalla giunta guidata dal sindaco Salvatore De Meo ma dovrà essere approvato in commissione prima e discusso in Consiglio comunale poi. Nel piano sono indicati i beni o le categorie di immobili che si prevede di alienare e una descrizione delle loro caratteristiche principali.