Stop all’efficacia del provvedimento con cui il Comune di Itri aveva disposto la cessazione dell’attività di uno studio medico-odontoiatrico. Questo quanto deciso dai giudici del Tribunale amministrativo di Latina che giovedì si sono pronunciati sull’istanza di sospensiva avanzata dal professionista. L’udienza di merito è stata invece fissata per il 19 ottobre di quest’anno. L’impugnazione da parte del dottore riguarda l’ordinanza sindacale di novembre e un verbale di contestazione elevato il 27 luglio 2016 dalla guardia di finanza di Formia. Il dottore ha chiesto l’annullamento di questi atti previa sospensiva, che è stata appunto concessa con ordinanza del Tar di Latina depositata giovedì in segreteria. I giudici hanno infatti «ritenuto che il ricorso sia assistito da profili di possibile fondatezza in relazione alla dedotta non necessità di autorizzazione per lo svolgimento dell’attività in contestazione».