Il Comune di Fondi contribuisce alla campagna informativa dell’Ufficio Provinciale Territorio dell’Agenzia delle Entrate volta a sollecitare la dichiarazione al catasto edilizio urbano dei fabbricati rurali censiti al catasto terreni. La normativa prevedeva tale adempimento entro il 30 Novembre 2012. Nel corso del 2017 il competente Ufficio dell’Agenzia delle Entrate effettuerà puntuali verifiche relativamente ai suddetti immobili e inizierà il previsto iter finalizzato all’aggiornamento catastale, ove necessario applicando le sanzioni previste dalla legge. Giova sottolineare che per il mancato accatastamento sono previste sanzioni comprese tra un minimo di Euro 1.032 e un massimo di Euro 8.264. Qualora il possessore proceda autonomamente all’iscrizione in catasto potrà beneficiare dell’istituto del ravvedimento operoso, con un notevole risparmio sulle sanzioni che, considerando il tempo già trascorso dal termine di legge per l’adempimento, si riducono ad 1/6 degli importi sopra indicati.

Sono esclusi dall’obbligo di dichiarazione i ruderi e gli immobili collabenti, ovvero quelli attualmente inagibili ma recuperabili con interventi di straordinaria manutenzione o ristrutturazione. Dal 16 Gennaio u.s. è attiva la pubblicizzazione nel sito internet dell’Agenzia delle Entrate (al link: http://wwwt.agenziaentrate.gov.it/servizi/ImmobiliRurali/motore.php) degli identificativi degli immobili rurali ancora censiti al Catasto terreni. La nota pervenuta al Comune di Fondi dall’Ufficio Provinciale Territorio è pubblicata integralmente sul sito internet istituzionale del Comune di Fondi www.comunedifondi.it nella sezione Avvisi pubblici.