Che si parli di ospedale, del mercato ortofrutticolo o di opere pubbliche, gli appelli che negli ultimi anni più volte l’amministrazione ha lanciato sono stati indirizzati sempre allo stesso destinatario. La Regione Lazio, secondo l’ente municipale, ha la colpa di nascondersi davanti a responsabilità ben precise. Il grido d’allarme del sindaco Salvatore De Meo lunedì in commissione Attività produttive è stato solo l’ultimo di una serie più lunga. Il primo cittadino è tornato a chiedere alla Regione una posizione chiara sul futuro del Mof. Senza presidente da tre anni, in attesa di una ridefinizione a livello societario e finanziario, De Meo ha definito emblematico il caso della piattaforma commerciale di viale Piemonte. «La Regione faccia qualcosa e subito». Un appello che riguarda il mercato ma che si estende anche alla situazione del "San Giovanni di Dio".

L'articolo completo in edicola su Latina Oggi (16 febbraio 2017)