L’affare è milionario. Il Comune di Monte San Biagio ha aperto ufficialmente le procedure per affidare la gestione del servizio di accoglienza di 37 migranti nell’ambito del piano Sprar nel triennio 2017-2019: la base d’asta sfiora un milione 200mila euro.  L’ente, come si legge nella determinazione dirigenziale che dà il via alle procedure, vuole «individuare un soggetto terzo, specialista collaboratore, in grado di offrire sia la migliore soluzione progettuale del servizio da prestare, sia le migliori condizioni tecniche ed economiche». I destinatari sono 37 richiedenti asilo, 25 ordinari e 12 aggiuntivi. Gli alloggi individuati per l’accoglienza dovranno trovarsi obbligatoriamente nel territorio comunale di Monte San Biagio. La valutazione dei piani avverrà in centesimi.

L'articolo completo in edicola su Latina Oggi (17 febbraio 2017)