L'associazione dei commercianti di Fondi chiederà all'amministrazione comunale interventi mirati a un rilancio armonico del settore. Lo ha stabilito l'Ascom del presidente Enzo Di Lucia nel corso di una riunione che si è svolta nei giorni scorsi. I commercianti hanno riflettuto sull'analisi complessiva del comparto mercantile della città, sui suoi punti deboli e sulla mancanza di una politica che abbia una visione di insieme a 360 gradi sul rilancio commerciale e turistico di Fondi. Sono stati esaminati tra l'altro i recenti dati elaborati dall'ufficio studi di Confcommercio - Imprese per l'Italia che prendendo spunto dall'esame di 40 comuni italiani di medie dimensioni (escluse le grandi città). I dati dicono che le città italiane perdono negozi in sede fissa e che le attività legate al turismo come bar, ristoranti e alberghi sono in crescita. Incremento molto forte anche sul commercio ambulante del commercio ambulante che dal 2008 ad oggi ha registrato in quest’area un incremento del numero di attività pari all’85,6%. 
"Da questi dati - fa sapere l'Ascom - appare chiaro che le scelte di un'amministrazione devono avere un approccio globale ed un quadro di insieme che sembrano mancare nelle recenti esternazioni, quadro di insieme e scelte che devono tutelare il commercio cittadino in tutte le sue forme, permettendo un sviluppo organico di tutte le realtà commerciali della città senza premiare un settore mercantile a danno di altri". All'unanimità sono stati quindi votati più punti e argomenti che il presidente Di Lucia porterà all'attenzione del sindaco e dell'amministrazione comunale nella riunione già fissata per il primo marzo.