Nuove regole per la raccolta dei rifiuti a Fondi. Dopo un lungo lavoro tra uffici e commissione Ambiente, si è arrivati alla modifica del capitolato speciale d'appalto che pur prevedendo modifiche nel ritiro della spazzatura non comporterà alcun tipo di cambiamento per i costi del servizio. Gli uffici hanno monitorato costantemente la fase di avvio del servizio, a partire dallo scorso maggio quando ha avuto inizio la raccolta differenziata, durante la quale sono state richieste alcune integrazioni per corrispondere al meglio alle esigenze degli utenti, anche in ragione della coincidenza con il periodo estivo. Nel corso dei primi mesi si sono rilevate alcune criticità, segnalate direttamente dagli utenti, soprattutto da alcune tipologie di attività produttive e dalle associazioni di categoria.

I nuovi servizi aggiuntivi prevedono per le utenze domestiche il conferimento dell’organico tre giorni a settimana tutto l’anno (anziché nel solo periodo Giugno/Settembre) e il conferimento del vetro – secondo un programma di ritiro suddiviso per singole zone della città – ogni due settimane (anziché una volta a settimana). Per le utenze non domestiche il conferimento dell’organico è previsto tutti i giorni nel periodo Giugno/Settembre (anziché tre volte a settimana) e tre volte a settimana nel periodo Ottobre/Maggio (anziché due volte), mentre il conferimento di plastica e vetro è previsto due volte a settimana tutto l’anno (anziché una volta) con la possibilità di poter conferire direttamente presso le isole ecologiche interrate presenti in città. Il maggior costo dell’attivazione dei nuovi servizi è stato contenuto procedendo alla riduzione della raccolta del vetro per le utenze domestiche (che verrà pertanto effettuata una volta ogni due settimane) e alla rimodulazione di alcuni servizi e forniture, che comunque non inciderà sulla qualità e l’efficacia del complessivo servizio poiché riguarda forniture non essenziali, lasciando pertanto invariato il rispetto degli standard qualitativi e di efficienza previsti per legge.

«Abbiamo condiviso la suddetta proposta di integrazione – hanno spiegato il sindaco De Meo e l’assessore all’Ambente Muccitelli – perché riteniamo che soprattutto nella fase iniziale gli utenti devono avere la possibilità di poter conferire con maggior frequenza per favorire una nuova cultura di gestione dei rifiuti differenziandoli in modo corretto. E’ evidente che, così come è stato possibile in questa fase del contratto aggiungere nuovi ritiri, è altrettanto possibile, e in ciò confidiamo nella collaborazione dei cittadini, pensare di poter procedere in futuro ad una riduzione dei ritiri e di alcuni servizi con la possibilità di conferire il vetro e la carta a cassonetto stradale o nelle isole ecologiche interrate, senza il ritiro domiciliare. Tale ipotesi, ovviamente, che permetterà di ridurre i costi del servizio, a vantaggio degli utenti, la si potrà prevedere non appena tutti i cittadini avranno acquisito e consolidato la necessaria cultura. Non possiamo negare che ancora oggi, a distanza di circa un anno dall’attivazione della raccolta differenziata, il comportamento di alcuni incivili rischia di offuscare una scelta importante che abbiamo fatto con coraggio e che è stata accolta con grande soddisfazione da parte della stragrande maggioranza di cittadini».