Sul nuovo mercato l’amministrazione comunale Monte San Biagio non farà passi indietro. Si va dritti per la propria strada salvaguardando «ciò che è giusto per il paese». Lo ammette l’assessore al Commercio Arcangelo Di Cola che nell’ambito di una riorganizzazione del mercato ambulante monticellano conferma l’intenzione di istituire un appuntamento settimanale nel parcheggio della stazione ferroviaria sull’Appia. Davanti all’ipotesi che venga organizzato un mercato nello stesso giorno, la domenica, e a pochi chilometri di distanza da quello di via Mola di Santa Maria, a Fondi già si sono preparati alle barricate. Ma probabilmente non ce ne sarà bisogno perché l’amministrazione comunale ha corretto il tiro, individuando il sabato come giornata ideale per lo svolgimento del mercato bis. Saranno quindi evitate sovrapposizioni con Fondi. Il mercato del venerdì nella parte alta del paese, invece, non sarà toccato. «Si tratta di un nuovo mercato sperimentale» chiarisce Di Cola. «Questa soluzione permetterebbe a uno snodo importante in termini di collegamenti di essere valorizzato al meglio e, perché no, diventare in futuro un centro fieristico». L’ufficialità sul giorno individuato arriverà soltanto nei prossimi giorni quando la giunta sarà chiamata a deliberare un atto di indirizzo. Il giorno dovrà essere scelto tra gli unici due del fine settimana per evitare che lo svolgimento del mercato coincida con uno della settimana in cui il piazzale della stazione sia occupato dalle auto lasciate dai pendolari. Circostanza che si verifica puntualmente dal lunedì al venerdì. «Ascolteremo i suggerimenti ma alla fine decideremo ciò che è giusto per Monte San Biagio» ha concluso Di Cola. 

Nell’ambito di una rivisitazione complessiva dei mercati ambulanti si sta pensando anche di modificare l’attuale distribuzione del tradizionale appuntamento del venerdì. Per limitare i disagi al traffico Di Cola sta sviluppando l’ipotesi di accorpare nelle due piazze del centro storico il mercato che attualmente si svolge lungo viale Littoria, nella parte alta del paese. I banchi verrebbero collocati in piazza Saint-Romain Le Puy e in piazza Donatori di sangue. Così facendo si riuscirebbe a decongestionare il traffico.