Da lunedì 18 maggio sarà interdetta la circolazione su ponte Tallini. La decisione era stata presa da tempo ed è stata rimandata per le restrizioni, anche veicolari, conseguenti all'epidemia Covid, e soprattutto perché i DPCM governativi bloccavano qualsiasi tipo di lavoro edilizio e manutentivo. A farlo sapere è il sindaco di Formia Paola Villa con una nota in cui accenna anche agli interventi che verranno effettuati.


"Dal primo giorno arrivati in Comune - fa sapere il sindaco -  si era preso visione dei primi studi del professore Morano, dell'università di Firenze, abbiamo successivamente chiesto approfondimenti e dettagli, abbiamo incontrato il professore e circa un anno fa le sue conclusioni, per arrivare ad una decisione. Bloccare il traffico veicolare, arredare, allestire il ponte per renderlo pedonale, ricostruendo una via che riporti il centro cittadino a riappropriarsi del suo rapporto con il mare, quel rapporto bruscamente interrotto quando fu costruita la litoranea. Diversi i lavori da fare. I primi, la messa in sicurezza, per arrivare già prima della fine della prossima settimana ad aprirlo pedonalmente, intervenendo sull'illuminazione totalmente da rifare, perché con un impianto non a norma, staccato ormai da qualche anno e mai ripristinato, uno dei tanti lasciti della Cofely ai quali bisogna porre rimedio.

Intanto da subito, mettere in sicurezza le alberature in modo che diventino la giusta cornice al tratto in cui il ponte si ricollega al mare. L'attenzione degli uffici tecnici sarà rivolta anche all'allestimento di una rotonda sperimentale all'altezza dell'attuale svincolo di ingresso al Molo Azzurra come previsto dal PUT. I lavori già avviati alla darsena la Quercia hanno iniziato una totale rivisitazione dei luoghi, attraverso il rifacimento del mercato della piccola pesca, la pulizia degli spazi, il rifacimento di percorsi pedonali che collegano largo Paone a largo Purificato dove nelle prossime settimane completeranno i lavori, per creare una piazzetta sul mare proprio sotto la Torre di Mola.

Contestualmente si stanno ultimando i lavori dell'illuminazione e della videosorveglianza di Molo Vespucci in modo da rendere permanente l'espansione del numero di stalli auto, gratuiti per tutti coloro che vogliono arrivare a Formia. E per avviare i lavori di adeguamento degli scivoli e della banchina sempre di Molo Vespucci e finalmente spostare sia i traghetti del traffico passeggeri, sia le unità navali della Guardia di finanza come previsto nel nuovo Piano Portuale, già licenziato dalla commissione competente, al quale hanno portato apporti significativi sia forze di maggioranza che di minoranza e che approderà in consiglio comunale entro fine mese.

Così l'ultimo tratto di Ponte Tallini arriverà sulla banchina di Molo Azzurra libera, dove i colori dei pescherecci e delle paranze e una rivisitazione in chiave turistica dell'intera banchina ridaranno a Formia e a tutti i cittadini il proprio rapporto con il mare. Tutto ciò perché la ripartenza dopo questo buio periodo di emergenza sanitaria dia nuova linfa di vita sia sociale che economica all'intera città. Formia al centro del Golfo come è giusto che sia!