Una giornata importante per il territorio che ricorda a tutti le bellezze ed allo stesso tempo la fragilità degli ambienti unici del Parco Nazionale del Circeo. Domani, 22 maggio, si celebra infatti  la Giornata mondiale della biodiversità proclamata dalle Nazioni Unite, per commemorare l'adozione del testo della Convenzione per la Diversità Biologica, avvenuta - appunto - il 22 maggio del 1992, con l'obiettivo di aumentare la comprensione e la consapevolezza dei problemi legati alla biodiversità, mai così attuali come in questo periodo.


"Quest'anno – spiegano dall'Ente Parco - la ricorrenza assume infatti un significato particolare perché cade in un periodo molto delicato ed emergenziale derivante dalla diffusione del virus Covid-19. Una situazione molto difficile per tutti che, si spera, porterà presto ad un ritorno alla normalità a partire anche dalla consapevolezza degli effetti positivi del contatto con la natura per la salute e il benessere della collettività, una vera e propria terapia per recuperare l'equilibrio psicofisico dopo il lockdown".  In occasione di questa Giornata, l'Ente Parco invita la collettività ad informarsi e riflettere sull'importanza della conservazione di tutte le specie viventi, con un'attenzione particolare all'enorme patrimonio di biodiversità che il Parco del Circeo possiede. 


"Per il 2021 – hanno sottolineato il Presidente del Parco, Antonio Ricciardi e il Direttore, Paolo Cassola – sono inoltre a disposizione del territorio del Parco, dei suoi Comuni e comunità, circa 3 milioni di euro per combattere i cambiamenti climatici che saranno investiti per piste ciclabili, progetti per la gestione attiva del bosco con particolare attenzione all'antincendio, per la tutela del sistema dunale e per la riqualificazione energetica degli edifici".