Niente celebrazione in grande stile per ricordare il sacrificio del carabiniere Antonino Fleres Medaglia d'Oro al Merito Civile, ucciso a Lariano il 28 maggio 1944 per essersi messo a disposizione dei soldati americani come guida mentre era in servizio nella Stazione larianese dell'Arma.

Proprio a causa dell'emergenza epidemiologica in corso, la canonica cerimonia in ricordo del suo martirio non si è svolta, ma il sindaco della cittadina, Maurizio Caliciotti, ha comunque voluto onorare la memoria di Fleres a nome di tutta la cittadinanza e ha deposto un mazzo di fiori davanti alla stele, in attesa di definire una nuova data per la cerimonia commemorativa.

Il carabiniere Antonino Fleres, lo ricordiamo, venne torturato e infine ucciso dai soldati tedeschi il 28 maggio 1944. Nel tempo sono state molte le iniziative che si sono svolte per ricordate il suo sacrificio: il 16 dicembre 2006 venne inaugurata la stele in piazza Martiri della Libertà in sua memoria. Il 1 marzo 2007 fu insignito della Medaglia d'Oro al Merito Civile (alla memoria) poi consegnata in un Consiglio comunale svoltosi il 28 maggio 2008 dal comandante generale dell'Arma dei carabinieri al fratello del carabiniere defunto, Salvatore Fleres. Il 16 ottobre 2009 venne intitolata ad Antonino Fleres la locale caserma dei carabinieri di Lariano in via Urbano IV.