Una festa diversa ma non per questo meno sentita, foto, ricordi, preghiere e i molti messaggi dei fedeli hanno reso omaggio a Santa Maria della Sorresca. Non la tradizionale processione da San Felice Circeo a Sabaudia fino al santuario sul lago di Paola seguita da centinaia di fedeli, quest'anno tutto è cambiato per via dell'emergenza Covid-19. Ma quello che è rimasto uguale è la spiritualità e l'amore che legano le persone alla festività della Madonna della Sorresca.

La messa celebrata dal vescovo monsignor Mariano Crociata è stata trasmessa in televisione. Ma davvero molti sono stati i messaggi e i ricordi condivisi sulla pagina Facebook gestita dalla Confraternita. Significativo l'Inno alla Madonna della Sorresca suonato dalla Banda Musicale L.Ceccarelli di San Felice Circeo diretta dal Maestro Luana Petrucci che ha voluto rendere omaggio alla Madonna della Sorresca proprio come ha fatto negli ultimi anni accompagnando la processione. E sono questi gesti che dimostrano come il senso della festività sia molto profondo e come la religiosità sia parte delle molte persone che ogni anno affollano il santuario da San Felice Circeo e da Sabaudia. Quel sentimento c'era anche oggi.