Dopo il via libera del Consiglio Comunale, lo scorso 13 maggio, alla deroga parziale e temporanea al Regolamento Dehors, sono in dirittura d' arrivo le autorizzazioni (attesa la firma del Comandante della Polizia Locale) per le tante attività, soprattutto nel quartiere medioevale, che hanno inoltrato richiesta di concessione. Un atto che si aggiunge a quelli già adottati a sostegno del tessuto economico del territorio e conferma la volontà dell'Amministrazione di porsi a fianco degli operatori, duramente provati dallo scenario determinato dal Coronavirus.

Semaforo verde dunque per il piano straordinario per l'occupazione di suolo pubblico da parte dei locali di somministrazione, che fino al termine della stagione estiva potranno avere più spazio esterno per tavolini e sedie, fino al 100% della superficie già oggetto di concessione, con TOSAP e altre tariffe previste pari a zero, e garantire così le distanze di sicurezza imposte a tutela della salute pubblica per contenere il contagio del coronavirus. Interessati vari punti del quartiere S. Erasmo, da via Annunziata dove alcune attività potranno usufruire di spazi all' aperto in largo Bonelli, a Piazza Conca dove altri esercizi potranno avvalersi di dehors straordinari nella piazzetta antistante il circolo Anziani, a via Faustina, a via Bausan.

«Certamente il numero dei parcheggi subirà una diminuzione – ha spiegato l' assessore alla Polizia Locale e Sicurezza Urbana Felice D' Argenzio – Sono conscio quindi che questa decisione forse potrà creare qualche disagio ai cittadini, ai quali però chiediamo solidarietà verso le attività economiche quali bar, ristoranti, pizzerie, pub che sono attori fondamentali nel tessuto economico cittadino . E' doveroso, specie in questa fase, essere al loro fianco». E chissà che questa non sia una sorta di sperimentazione per valutare l' utilità di una pedonalizzazione del centro storico.