Sono i giovani dell'Istituto Tasso di Latina, gli studenti più bravi in tutta Italia nel reciclare le pile elettriche. A decretarloè stato il concorso nazionale "I Vartakidz - Salviamo l'ambiente pila per pila", promosso da Varta, azienda tedesca leader nell'energia portatile, con il Patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Rivolta alle classi 4 e 5 delle Scuole Primarie e alle classi 1 delle Scuole Secondarie di Primo Grado, l'iniziativa ha coinvolto 35.000 alunni e ha premiato come vincitore l'Istituto Comprensivo Tasso di Latina.

"Questo progetto è per noi di primaria importanza – spiega Agostino Spallina, Managing Director Varta Italia - perché abbiamo l'opportunità di insegnare ai bambini e ai ragazzi l'importanza della raccolta differenziata e del corretto smaltimento delle pile, indispensabili per il funzionamento di numerosi dispositivi tecnologici di uso quotidiano. Tutte le pile Varta sono riciclabili: al termine dell'utilizzo, il loro zinco viene riutilizzato per realizzare creme solari, compresse di ottone, oppure rinascono come nuove batterie. Inoltre, le alcaline sono a lunga durata e molto sicure, perché prive di mercurio, tossico e dannoso all'ambiente".

 Ogni classe partecipante ha ricevuto un kit contenente 25 libretti didattici, una locandina da appendere nella bacheca della classe o dell'istituto e un flyer informativo. I libretti spiegano in modo chiaro e semplice la composizione della pila, la sua storia, le sue funzioni e il corretto smaltimento al termine dell'utilizzo, coinvolgendo e appassionando i più giovani grazie alle vignette di VARTABOY e VARTAGIRL, due simpatici supereroi.

Gli studenti di Latina si sono aggiudicati il primo premio creando un fumetto incentrato sui supereroi che lottano per salvaguardare l'ambiente e un buono del valore di 1.500 euro per l'acquisto di apparecchi utili per la didattica (computer, tablet, stampante ecc.).

 Con questa importante campagna educativa, VARTA accompagna i più piccoli verso una maggiore responsabilità e consapevolezza del proprio impatto sull'ambiente, promuovendo le buone pratiche per un corretto smaltimento delle piccole riserve di energia tascabile e incentivando la fantasia e la creatività.