L'emergenza coronavirus rende complessa anche la realizzazione di interventi di manutenzione delle strade, anche nel caso di lavori definiti «urgenti». È quanto accaduto nel Comune di Campodimele, con l'ufficio Lavori pubblici che si è visto costretto a revocare la determina con cui nel mese di febbraio veniva affidata la fornitura di materiale bituminoso.

La motivazione è riportata in una recente determina, la 79 del 7 maggio: «Esistono problemi logistici circa la fornitura del binderino – il materiale bituminoso, ndr – in considerazione anche della distanza e dell'attuale situazione emergenziale». Tuttavia, per l'Ente locale non è possibile rimandare ulteriormente i lavori per chiare ragioni di sicurezza. Si parla infatti di strade su cui «si è verificata la rottura del manto stradale con conseguente avvallamento della sede viabile».

Il Comune ha quindi trovato quale soluzione quella di effettuare gli interventi in economia tramite amministrazione diretta grazie al personale operaio. Restava da risolvere il nodo della fornitura del materiale necessario per i lavori. Il Comune si è rivolto a una ditta più vicina rispetto a quella cui era stata affidata la fornitura nel mese di febbraio.