Una mozione per prevedere un contributo straordinario di mille euro a favore delle associazioni sportive con sede legale e operative nel Comune di Latina, e che risultano concessionarie degli impianti sportivi comunali. A presentarla sono i consiglieri di Latina Bene Comune Ernesto Coletta, primo firmatario dell'atto e consigliere con mandato allo Sport, Fabio D'Achille, presidente della commissione Cultura, Istruzione e Sport, Marina Aramini e Gianni Rinaldi.

La mozione ha lo scopo di aiutare le società sportive pontine, anch'esse travolte dalle difficoltà economiche dovute all'emergenza Covid. L'intento è dare un segnale forte perché le organizzazioni continuino la loro opera sociale nonostante le difficoltà: non solo sole ad affrontare la crisi.

"Il settore sportivo dilettantistico fino ad oggi si è potuto reggere economicamente solo ed esclusivamente sugli apporti delle iscrizioni dei singoli tesserati, ma – si legge nel testo della mozione - di fatto non hanno potuto svolgere alcuna attività sportiva collegata alla propria associazione/società, visto il divieto assoluto di contatto umano previsto dalle varie ordinanze di legge a contrasto del coronavirus"; molte società hanno ripreso la loro attività "anche se non in maniera regolare e continuativa affrontando contestualmente molte spese vive in relazione alle prescrizioni sanitarie di legge (acquisto di DPI e macchinari per la ozonizzazione, disinfezione dei locali attualmente utilizzati). Inoltre non tutti questi sodalizi hanno potuto riaprire, proprio perché impossibilitate economicamente ad affrontare questi ulteriori ed inaspettati costi, non solo da considerarsi "di ripartenza" ma diventati ormai frequenti e normalizzati".

La mozione è stata depositata nei giorni scorsi e calendarizzata per il consiglio comunale del 21 luglio.